FOCACCIA CON IMPASTO ALLA RICOTTA

Aggiornamento: 23 feb

  • 50 gr. di acqua

  • 2 gr. di lievito di birra

  • 110 gr. di ricotta

  • 200 gr di farina 0

  • 20 gr di olio extravergine d’oliva

  • 1/2 gr di sale fino

  • 1/2 gr di zucchero (mezzo cucchiaino)

  • (mezzo cucchiaino)olio evo

  • sale q.b.

 

Mettere l’acqua in una ciotola capiente e sciogliere al suo interno il lievito, quindi aggiungere la ricotta e con una spatola schiacciarla ottenendo così una cremina, aggiungere anche la farina ed aiutandosi con la spatola iniziare ad amalgamare ed unire anche l’olio.

Impastare ora con le mani ed aggiungere in fine il sale e lo zucchero, continuare ad impastare fino a formare un panetto che andremo a coprire con la pellicola alimentare per lasciar lievitare per un’ora, quindi riporre in frigorifero e lasciar lievitare per altre cinque ore e mezzo.

Trascorse le ore di lievitazione togliere dal frigorifero e far ambientare l’impasto per quindici minuti circa, ricordarsi di accendere il forno.

Rivestire una teglia con la carta forno e (oliarla in superficie).

Stendere sulla carta forno l’impasto schiacciandolo semplicemente con i polpastrelli e condirlo in superficie con un filo d’olio.

Cuocere la focaccia alla ricotta in forno caldo a 200° per circa quaranta minuti.

A cottura ultimata sfornare e far stiepidire la focaccia su una gratella.Quando la focaccia alla ricotta si sarà raffreddata potrete farcirla a piacimento.

Da noi la farcita preferita e’ con lo stracchino e pomodoro fresco oppure con mortadella, scaglie di parmigiano ed aceto balsamico quella del formaggista e’ con la scamorza affumicata lasciata qualche secondo a scaldarsi in forno.

La ricetta è semplice è veloce, io la uso anche per le feste di mia figlia con dentro la nutella.

La focaccia alla ricotta infatti ha un sapore irresistibile e una soffice consistenza. La sua preparazione è molto semplice, si impasta facilmente e ovviamente durante la lievitazione va riposta in frigorifero perché la ricotta è molto delicata e, soprattutto in caso di grande caldo, potrebbe inacidirsi.